Google+

5 Minuti al Giorno per Ritrovare il Tuo Equilibrio


La meditazione è una pratica antica di secoli, eppure è solo a partire dagli anni sessanta che la comunità scientifica ha iniziato a portare avanti degli esperimenti ad hoc per capirne gli effetti.

Pochi decenni di studi, in cui però sono state pubblicate migliaia di ricerche che hanno dimostrato come la meditazione non soltanto aiuti a migliorare la propria salute ma contribuisca anche ad un più equilibrato e sereno stato mentale.

Ci sono stati casi che hanno dimostrato come chi praticava la meditazione godesse di una maggiore aspettativa di vita e una maggiore capacità di evitare o combattere le malattie.


La meditazione è anche stata utilizzata con successo da alcuni medici per ridurre il dolore e liberare i pazienti da stress, insonnia, tensione e mal di testa.

Una delle ragioni per cui chi medita gode di una salute migliore e una maggiore serenità è legata al fatto che la meditazione incrementa significativamente la produzione di alcune sostanze chimiche che vengono poi immesse in circolo nel sangue.

Non solo, ma la meditazione aiuta a far sì che queste sostanze siano prodotte costantemente, il che significa che i suoi effetti positivi vengono percepiti non soltanto durante la pratica meditativa ma anche molto tempo dopo.


E c’è di più. Lo sapevi infatti che in ogni singolo test, misurazione e valutazione portato avanti dalla comunità scientifica, il cervello di chi medita ha mostrato ogni volta possedere funzioni celebrali superiori alla media ?

E sapevi che molti dei più grandi inventori, filosofi e studiosi che hanno fatto la storia hanno partorito le loro più grandi idee durante la loro meditazione giornaliera?

Ebbene si, la meditazione è un mezzo incredibilmente valido anche per aumentare  flessibilità e perfomance mentali.

Ma come è possibile che questa pratica possa portare così tanti benefici? E cosa accade esattamente nel nostro cervello quando meditiamo?

Il Cervello Elettrico ll nostro cervello funziona sulla base di impulsi elettrici (un po’ come un computer), e questa corrente elettrica vibra e pulsa a diverse velocità dette Onde.

Le onde si suddividono in Onde Alfa, Beta, Theta e Delta. Ogni onda riflette una diversa funzione del cervello – così come un’ auto ha diverse marce, il cervello usa diverse onde a seconda delle diverse attività che intraprendiamo.


Le vibrazioni fra i 14 e i 21 cicli per secondo sono conosciute come

Onde Celebrali Beta. Le onde beta predominano quando si è completamente vigili e consci di quello che ci accade attorno. Probabilmente, mentre stai leggendo quello che ho scritto ti trovi proprio a questo livello.

Le vibrazioni più lente, fra i 7 e I 14 cicli per secondo, sono conosciute come

Onde Celebrali Alfa. Questo livello si associa alla creatività, l’immaginazione, l’intuizione e il sognare ad occhi aperti.

Quando si è in Alfa si pensa dinamicamente, vale a dire che la mente puo’ interrogarsi, esplorare, dedurre e creare soluzioni ai suoi problemi.

Raggiungere il livello Alfa o entrare in uno stato di meditazione sono praticamente la stessa cosa. Detto in maniera scientifica, quando qualcuno medita sta semplicemente riducendo le sue onde celebrali fino a raggiungere il livello Alfa. Le frequenze fra i 4 e I 7 cicli per secondo si chiamano invece


Onde Celebrali Theta. Le onde celebrali Theta diventano predominanti quando entriamo in uno stato ancora più profondo di meditazione e rilassamento, quasi in trance.

Spesso chi si trova in Theta sostiene di percepire una sensazione di galleggiamento. Le frequenze al di sotto dei 4 cicli per secondo finine sono quelle che raggiungiamo durante il sonno profondo e sono dette Frequenze delle

Onde Celebrali Delta. Il nostro cervello ha bisogno di passare attraverso ognuna di queste frequenze per funzionare a pieno ed essere in salute.

Il problema è che a causa dello stile di vita frenetico e dei numerosissimi stimoli che riceviamo ogni giorno (per esempio da computer e cellulari) ci troviamo in Beta per tutto il tempo in cui siamo svegli e non riusciamo più a rilassarci e raggiungere lo stato Alfa.

Un’eccessiva permanenza in Beta può portare a stress, ansia, paura, paranoia, irritabilità, umore mutevole e in casi estremi depressione. Riuscire a raggiungere e a mantenere lo stato Alfa d’altra parte, porta a innumerevoli benefici.


Lo stato Alfa è lo stato ideale per il rapido apprendimento. Josè Silva, una delle più note autorità nel campo della meditazione, ha scoperto che quando ci troviamo nello stato Alfa impariamo, processiamo, memorizziamo e recuperiamo una grande quantità di informazioni molto più  velocemente rispetto a quando siamo in Beta.

Alfa è anche lo stato della creatività. Al livello Alfa il flusso di idee aumenta ed è molto più facile avere intuizioni, idee creative e ritrovare l’ispirazione. Persone naturalmente creative hanno dimostrato di avere un picco di onde celebrali Alfa proprio durante i loro momenti più creativi.

Alfa è anche lo stato che precede prestazioni eccezionali. Ancora una volta, studi hanno dimostrato che atleti d’elìte producono onde Alfa prima di concentrarsi sulla performance, che sia il lancio di un giavellotto o un importante tiro di golf, mentre Atleti amatoriali producono una maggiore quantità delle ‘ansiose’ onde celebrali Beta.


Infine, nello stato Alfa, paure, cattive abitudini e fobie tendono a scomparire per lasciare spazio ad un ritrovato senso di pace e armonia.

Ma con tutti i vantaggi che la meditazione porta, allora perché non la praticano tutti?

I metodi tradizionali di meditazione spesso richiedono un considerevole quantità di tempo e sforzo, ogni giorno, prima di raggiungere risultati concreti. Prima di riuscire a raggiungere gli stati meditativi profondi necessari ad ottenere risultati duraturi possono volerci anni, perfino decenni di pratica, e per molti il processo può risultare noioso e pesante.

Il che porta spesso ad un abbandono prematuro della pratica. Se ti trovi nella mia stessa situazione, e non hai ore e ore da dedicare alla meditazione giornaliera,  l’ultima cosa che vuoi è dover aspettare anni ed anni di pratica prima di intravedere risultati.


Ma cosa diresti se ti dicessi che premendo soltanto un pulsante puoi raggiungere lo stesso stato meditativo profondo di chi ha decenni di esperienza nella meditazione ?

E ottenere gli stessi risultati nel giro di settimane, o addiruttura giorni. Abbiamo concepito Omlife proprio per questo scopo.

Con Omlife potrai portare il tuo cervello allo stesso livello di onde celebrali che caratterizzano la meditazione profonda, e farlo in maniera sicura, semplice e senza sforzo.

Poche decine di minuti al giorno potranno davvero cambiare la tua vita.

Tutto è fatto attraverso una delle più moderne tecnologie di sincronizzazione delle onde cerebrali.

Abbiamo individuato il perfetto ritmo di battiti binaurali e sincronizzato a questi le tue onde celebrali così da portare la tua mente in uno stato di profondo rilassamento, amplificando la tua esperienza meditativa.

E per renderla ancora più piacevole abbiamo aggiunto delle tracce musicali. In questo modo non soltanto raggiungerai lo stato meditativo desiderato ma ti godrai anche l’esperienza dall’inizio alla fine.

Puoi provare OmLife fin da oggi e se per qualsiasi motivo non dovesse piacerti, tutto ciò che dovrai fare sarà inviarci un’email entro 60 giorni dall’acquisto.

Ti restituiremo immediatamente fino all’ultimo centesimo senza farti domande o chiederti spiegazioni.

Clicca qui per ricevere subito la tua copia di OmLife >>


Condividi i Tuoi Pensieri…