Google+

3 Cose che Avrei Voluto Sapere Quando Ero in Sovrappeso


Alcuni giorni fa ho promesso di condividere con te 3 strumenti pratici per ritrovare finalmente il corpo e la salute che desideri da tempo.

Ora, prima di arrivare al punto, voglio avvisarti: quello che andrai a scoprire in questo articolo non è una bacchetta magica che farà il lavoro per te senza richiedere alcuno sforzo.

Renderà però il percorso molto più piacevole e sicuro.

Cominciamo allora 🙂


1. Datti il Permesso di Conoscere la Verità.


Curioso di scoprire a cosa mi riferisco?

Allenamenti intensi e faticosi possono (forse) aiutarti a ritrovare il corpo che desideri, ma non necessariamente la salute, la vitalità e l’energia di cui hai bisogno.

Mentre mi trascinavo – letteralmente – alle lezioni di aerobica e spinning, nella speranza di vedere qualche piccolo miglioramento, non avrei mai pensato che un’ora di allenamento intensivo e massacrante non avrebbe fatto alcuna differenza se accompagnato da 8 ore successive di assoluta sedentarietà, in cui non facevo altro che passare dalla sedia dell’ufficio al divano di casa, una volta rientrata la sera.


Lo sapevi?

Una persona dal corpo scultoreo e muscoloso ha le stesse probabilità di soffrire un attacco cardiaco di quante ne abbia una persona meno allenata, se entrambe siedono per più di 6 ore al giorno.

Non è un’ora di allenamento al giorno a fare la differenza – massacrante o meno che sia. La vera fonte di una salute e una forma fisica ottimale è uno stile di vita attivo nel corso della maggior parte della giornata.


Da provare subito

Per acquisire una salute a 360 gradi dentro e fuori, dovresti camminare almeno 70.000 passi alla settimana, o 7000 passi al giorno.

La prossima volta che puoi scegliere, lascia la macchina in un posto che ti consenta di fare qualche passo in più per arrivare a destinazione. Oppure, opta per le scale anziché l’ascensore. Nel lungo termine, questi piccoli cambiamenti non solo miglioreranno la tua forma fisica ma anche la tua salute, e le probabilità di vivere più a lungo.


2. Pratica il ‘‘mangiare consapevole’’


Mangiare consapevolmente, non significa altro che prestare la massima attenzione ad ogni boccone, senza alcun pregiudizio.

Non si tratta di una dieta, o di un regime alimentare restrittivo. Tutt’altro!

Consiste nel vivere il cibo in modo più intenso – e soprattuto piacevole. Puoi mangiare una carbonara consapevolmente, se lo desideri. E non solo te la godrai molto di più, ma potresti decidere, a metà pasto, che il tuo corpo ne ha avuto abbastanza. Ed è il momento di un’ insalata.

Con la pratica del ‘‘mangiare consapevole’’ puoi ancora goderti il cibo che desideri, ma liberandoti da meccanici schemi abituali ed azioni impulsive nei confronti del cibo.

Personalmente è qualcosa su cui sto ancora lavorando, ma ogni volta che ci riesco, la mia intera giornata (o quello che ne resta) migliora drasticamente.


Lo sapevi?

È dimostrato che mangiare consapevolmente e con la massima attenzione aiuta a prevenire voglie da fame nervosa, accumulo di grasso in eccesso e abbuffate incontrollate.


Da provare subito

Per la cena di stasera spegni TV, PC, o qualunque distrazione tu sia abituato ad ‘‘accendere’’ mentre mangi.

Concentrati sul momento presente, e apprezza a pieno la singola attività che stai compiendo in quel momento: mangiare.

Ti sorprenderai di quanto soddisfatto sarai a fine pasto, e quanto sia lungi da te anche il solo pensiero di allungare le mani verso il solito snack del dopo cena. Se hai qualcuno con cui condividere questo esperimento, ancora meglio 🙂


3. Pratica una Meditazione Specifica


Scegliere la giusta meditazione e seguirla con costanza, può davvero aiutarti a ritrovare la forma ideale. Questo non significa che meditando ogni giorno, puoi dimagrire mentre ti spalmi sul divano e ti abbuffi di patatine.

Significa che la tua mente, diventerà gradualmente tuo alleato consapevole nel renderti più in forma, in salute e attivo.

Non sei convinto? Pensi che in fin dei conti, basti la forza di volontà?

Pensa di nuovo.

La forza di volontà infatti può funzionare… ma per poco. Non c’è forza di volontà che tenga di fronte al potere della tua mente inconscia.

Una disciplina autoimposta cerca di modificare le tue abitudini inconsce dall’esterno, senza nemmeno conoscerle.

Ciò di cui hai bisogno è allineare la tua mente inconscia al tuo obiettivo e trasformare così le tue abitudini dall’interno, e per sempre.


Lo sapevi?

Quando ti concentri su quello che NON vuoi, la tua mente sente solo l’ultima parte del tuo pensiero, ignorando la negazione.

Non c’è da sorprendersi allora se più diciamo che non vogliamo qualcosa, e più quel qualcosa appare nella nostra vita.

Facciamo un tentativo. Prova a leggere questa frase:

“Oggi non berrò cioccolata calda, nemmeno per colazione. Non cadrò in tentazione come al solito, non importa quanto il profumo sarà invitante”

Ora fermati a pensare. Che cosa ha appena immaginato la tua mente?

Cioccolata! O sbaglio?

La mente inconscia non conosce limiti!

E non sente negazioni quali non farò, non mangerò, non posso ecc.

Si tratta di un fenomeno facilmente dimostrabile.

Non appena il nome dell’alimento proibito viene nominato infatti, ‘cioccolata’, anche il migliore dei propositi finisce fuori dalla finestra.


Da provare subito

Se ti ritrovi spesso a dire a te stesso che NON farai qualcosa, per poi finire per farla puntualmente, allora è il momento di cambiare strategia.

Trasforma le negazioni in affermazioni positive.

Quindi anziché dire: ‘‘oggi non mangerò la mia pizza preferita con patate e doppio formaggio.’’

Prova a dire: ‘‘oggi per pranzo mangerò un’insalata di pollo e un minestrone con verdure fresche.’’

Senti la differenza che il solo pensiero fa nella tua mente e utilizzala a tuo favore.


E per Concludere?


Ogni nostra abitudine e comportamento, è dettato da programmazioni della nostra mente.

Se tutto ha inizio nella mente, è da qui che dobbiamo partire.

Ma come?

Non preoccuparti, perché lo faremo insieme.

Si perché qualcosa di molto speciale sta per accadere 🙂

Mentre aspetti, condividi qui sotto i tuoi pensieri. In particolare:

Quali dei 3 suggerimenti ti ha colpito di più?

Su quali pensi di dover lavorare di più e perché?


Scopri il Metodo Silva per Tornare in Forma