pensiero positivo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Prima di iniziare questo post ti chiedo una cosa: dedicati 1 minuto per leggere e riflettere su queste parole del Mahatma Gandhi sul pensiero positivo:

“Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri.

I tuoi pensieri diventano le tue parole.

Le tue parole diventano le tue azioni.

Le tue azioni diventano le tue abitudini.

Le tue abitudini diventano i tuoi valori.

I tuoi valori diventano il tuo destino”.

Mahatma Gandhi

La vita di ognuno di noi è costellata di problemi, quotidiane sfide da affrontare e demoni da sconfiggere.

Ogni giorno ci troviamo di fronte a difficoltà e sofferenze, alla complessità dei rapporti umani o del contesto sociale in cui viviamo.

Ti sei mai chiesto perché alcune persone sembrano affrontare ogni problema senza difficoltà, mentre altre invece soccombono sotto il peso dei problemi?

Perché alcune persone ottengono continui successi, mentre altre si trovano continuamente di fronte a fallimenti?

Se stai pensando che è tutta questione di fortuna ti stai sbagliando di grosso.

La fortuna, il destino, il caso non c’entrano nulla con quello che capita nella tua vita.

La verità è che TU sei l’unico responsabile di ciò che ti accade. 

So che può essere difficile accettare che la realtà in cui vivi l’hai creata tu… sì proprio questa realtà che spesso ti sembra assurda e incredibile.

Invece è proprio così.

Tu sei l’unico responsabile della tua vita.

Tutti gli eventi di cui hai fatto esperienza fino a questo preciso istante (o meglio le percezioni e le convinzioni che tu hai di quegli eventi) sono stati generati dai tuoi pensieri.

I tuoi pensieri creano la tua realtà.

Non ci credi?

Pensaci un attimo, tutto ciò che l’umanità ha creato è iniziato con un pensiero: la casa in cui vivi, i vestiti che indossi, lo schermo del computer a cui sei di fronte, l’auto che guidi ogni giorno… una volta erano solo un pensiero nella mente di qualcuno.

Anche la tua decisione di leggere questo articolo è iniziata con un pensiero, giusto?

I tuoi pensieri sono alla base di ogni tuo gesto, in ogni momento della tua vita, tutto quello che sei o fai nasce prima nei tuoi pensieri.

Anche la fisica quantistica dimostra che pensieri, emozioni e immagini mentali influenzano enormemente la tua vita.

La fisica quantistica è la parte della fisica che studia le particelle più piccole dell’atomo.

Analizzando il mondo subatomico gli studiosi si sono accorti che questo risponde a leggi diverse rispetto agli altri sistemi.

La scoperta più sorprendente della fisica quantistica è che “l’osservatore influenza direttamente il sistema osservato”.

La fisica quantistica dimostrerebbe quindi che l’uomo può attivare e dirigere coscientemente a proprio vantaggio gli eventi e rendere la propria vita luminosa e prosperosa in ogni campo dell’esistenza.

Recentemente il biologo cellulare Bruce Lipton, nel suo libro  La Biologia delle Credenze, dimostra in maniera inoppugnabile, che c’è solo una cosa che determina ciò che siamo: le nostre credenze.

L’autore, da uno studio approfondito della cellula umana, dà prova che l’ambiente, i nostri pensieri e le nostre esperienze determinano ciò che siamo.

Saremo amati? Avremmo successo? Diventeremo ricchi?

Sì, se lo crediamo.

Tutto ciò che siamo dipende dal contenuto della nostra mente inconscia.

Siamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione della scienza e del pensiero umano, che libera l’uomo dalla prigionia del destino.

L’unico modo che hai a disposizione per migliorare la tua vita è quindi cambiare il modo in cui dialoghi con te stesso, cambiare il tuo pensiero, e farlo diventare PENSIERO POSITIVO.

Scommetto che ne hai già sentito parlare. Ormai ne parlano tutti, le librerie sono pieni di libri sull’argomento e la rete trabocca di informazioni su questo tema.

Scommetto anche che ti sarai posto questa domanda: “se è vero che i miei pensieri influenzano la realtà, come mai tutto quello che penso non si realizza?”

La prima cosa da dire è che pensare positivo non è semplicemente sforzarci di credere che la vita sia tutta rose e fiori, e che se ti cade una tegola in testa devi sorridere ed essere grato alla tegola 😉

Certo, essere ottimisti e vedere il bicchiere mezzo pieno ti aiuta ad affrontare la vita con più entusiasmo, ma il pensiero positivo è molto di più del semplice ‘vedere la vita con ottimismo’.

Il pensiero positivo infatti è un vero e proprio sistema che ti permette di superare gli schemi di pensiero negativi e limitanti che sono saldati nel tuo subconscio.

È nel subconscio infatti che nascono i pensieri, ed è qui che ha sede l’intelligenza creativa, responsabile della formazione dei tuoi pensieri.

E i tuoi pensieri sono la tua essenza, per mezzo di essi plasmi ogni giorno le tue idee e le trasformi in realtà.

A poco serve desiderare qualcosa a livello razionale, sforzarci di pensare positivo in ogni momento della giornata se l’inconscio rema contro.

Nel tuo inconscio è archiviato tutto ciò che hai imparato nel passato, fin da quando eri piccolissimo.

Qui, come nella memoria di un computer, sono stati salvati tutti i ricordi delle tue esperienze passate e le emozioni che hai provato quando un determinato episodio accadde per la prima volta.

Questa è la sede di tutte quelle credenze e convinzioni negative e limitanti che hai su te stesso, e che impediscono la tua piena realizzazione.

Nel corso della tua vita, hai creato inconsapevolmente le tue credenze sull’amore, le relazioni, il denaro e tutto gli altri aspetti dell’esistenza.

Ti faccio un esempio: se durante l’infanzia, i tuoi genitori ripetevano spesso che le persone ricche sono disoneste, anche tu, una volta adulto, la penserai allo stesso modo, e ti sentirai in colpa e disonesto nel guadagnare molto denaro.

Questo senso di colpa nascosto nel tuo subconscio, ti impedirà di ottenere il successo che ti meriti e guadagnare più soldi anche se dici a te stesso di voler diventare ricco.

Lasciare andare queste credenze limitanti depositate nel tuo inconscio, è uno dei doni più importanti che puoi farti. 

I benefici saranno infiniti:

  • Imparerai ad amare te stesso e gli altri più pienamente;
  • Troverai la bellezza dentro di te;
  • Permetterai a nuovi pensieri e nuove idee di entrare nella tua coscienza e sboccerai in maniere che mai avresti creduto possibile;
  • Sarà più semplice e immediato raggiungere i tuoi obiettivi;

Quello che rischi se non rimuoverai queste limitazioni è di vivere una vita mediocre che non ti permetterà di realizzare i tuoi sogni.

Le tecniche del pensiero positivo ti permettono di rieducare il tuo inconscio e fare in modo che pensieri più ottimisti e sani si sostituiscano a quelli limitanti.

Come accedere al livello inconscio della nostra mente e influenzarlo con nuovi schemi di pensiero, più sani e positivi?

Quando siamo in uno stato di tensione, il subconscio diventa inaccessibile e non può quindi essere riprogrammato con nuovi pensieri positivi.

Fare affermazioni positive, se non sei completamente rilassato non ti servirà a nulla.

Come fare quindi?

Esistono solo due modi per accedere al nostro subconscio:

#1. Dormire

Durante il sonno profondo, abbiamo accesso in modo non consapevole, purtroppo, al nostro inconscio.

Ce ne accorgiamo al risveglio, ricordando, a volte, i nostri sogni.

Spesso questi sono densi di simboli e di significati che non riusciamo a decifrare.

Ma durante il sonno, non essendo in uno stato vigile, non possiamo intervenire attivamente sul nostro inconscio per rieducarlo.

#2. Meditare

L’unica tecnica esistente che permette di accedere alla parte inconscia della mente, oltre al sonno, è la meditazione.

Mentre meditiamo, infatti, il ritmo delle onde cerebrali rallenta notevolmente e le onde diventano più ampie, lente, e meglio formate.

Sono le cosiddette onde Alfa, che hanno una frequenza tra 8 e 13 cicli al secondo.

In questo stato di coscienza modificato, che riusciamo a raggiungere con la meditazione, raggiungiamo un rilassamento profondo e totale che riguarda la nostra parte fisica, emotiva e mentale.

La riduzione di frequenza cerebrale, consente di ottenere i benefici di rigenerazione e riposo del sonno profondo, e l’accesso all’inconscio.

A questo livello la coscienza è ancora vigile, ma l’inconscio sta entrando in contatto con la nostra parte conscia. Questo stato è lo stesso che proviamo nel dormiveglia e al risveglio.

È proprio questo che rende lo stato di meditazione così speciale: quando raggiungiamo questo stato, è possibile intervenire sui nostri schemi di pensiero limitanti.

E tu?

Che ne pensi del pensiero positivo?

Ora hai le idee più chiare su che cos’è davvero?

Applichi già le tecniche del pensiero positivo?

P.S. Sei pronto a mettere in discussione i tuoi pensieri per vivere meglio?

Vorresti aggiornare il tuo hardware e liberarti delle credenze limitanti che ti sono state imposte?

Scopri quali sono le fasi che devi percorrere per trasformarti da vittima incosciente di sistemi che ti imprigionano, ad un pieno creatore della tua realtà.

Una nuova versione di te ti sta aspettando.

Clicca qui per accedere all’episodio della Svolta SchoolCome Riprogrammare l’Inconscio e Cambiare il Tuo Sistema di Credenze” di Vishen Lakhiani, l’imprenditore più noto al mondo nel settore della crescita personale!

vishen lakhiani la svolta school

22 thoughts on “Che cos’è il Pensiero Positivo? Ecco la Chiave per Accedervi

  1. Alexis ha detto:

    Concordo perfettamente. Ma credo che alla base del pensiero positivo ci sia la fiducia in se stessi. La mancanza di fiducia e di autostima traspare nelle cose che facciamo, dalle sfide che rifiutiamo e dal modo come parliamo. Spesso ci si nasconde dietro a delle scuse che diciamo agli altri ed a noi stessi. Lavorare sulla propria autostima è alla base delle motivazione, e la cosa migliore è sicuramente cercare di mettersi piccoli obiettivi per riuscire a raggiungerli e superarli. In questa mia fase sto provando vari sistemi che possano influenzare positivamente la mente. Uno che ho trovato e sto provando è questo http://bit.ly/35F2EC2.
    Per testare però la sua reale efficacia voglio però prendermi dell’altro tempo 😉

  2. Corrado ha detto:

    Ciao volevo chiedere se il pensiero positivo puo aiutare a sconfiggere l acufene

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Corrado,

      Il pensiero positivo aiuta un po’ in tutto, ma spesso e soprattutto in presenza di patologie fisiche, può essere solo un valido supporto a terapie mediche specifiche.

  3. Layla ha detto:

    Ho passato un periodo difficile dove ho sofferto per amore..All’inizio è stato drammatico perché lui mi aveva lasciato ma ho voluto forzare gli eventi cercandolo senza ottenere risultati positivi. Mi sono solo fatta del male. Ho deciso poi di lasciare andare il corso del destino pensando positivo o perlomeno aiutando il mio cuore a farlo..Dopo qualche mese lui è ricomparso nella mia vita. È chiaro che il dolore mi aveva cambiato ma col tempo abbiamo risolto e ora sto bene. Tutto ciò mi ha insegnato che anche nei momenti piu bui dove si sperimenta il dolore più amaro bisogna trovare la forza a un certo punto di vedere il raggio di sole o comunque provarci perché sembra quasi che le risposte poi arrivino. Ciao a tutti.

  4. Flavio ha detto:

    Ottimo articolo si vede che sei un cultore del pensiero positivo: il tuo articolo contiene il succo di quello che servirebbe a tutti nella vita. Se tutti ci impegnassimo a fare queste cose il mondo sarebbe molto più bello da vivere, da vedere e da guardare.
    Purtroppo però cercare di cambiare il proprio modo di pensare costa fatica e la gente preferisce continuare a lamentarsi piuttosto che darsi da fare attivamente per migliorarsi.

    Saluti

  5. Il pensiero positivo va stimolato e sviluppato. Ci vuole esercizio, pratica e dedizione …ma porta i suoi frutti!

  6. rosa ha detto:

    pensiero positivo vuol dire anche ignorare chi la pensa diversamente?ho infatti notato che il mio post non è stato commentato a differenza degli altri ..cercate di convincermi se ci riuscite,

  7. rosa ha detto:

    quindi se non provo amore o simpatia x una persona che mi ha ripetutamente ferito devo forzarmi di provarlo, e se non ci riesco magari sentirbi anche in colpa ?? se mi muore una persona cara devo pensare che sono stati i miei pensieri a volerlo o fingere che non sia vero e che sto addirittura bene??ma voi siete matti ??questa filosofia ha avuto seguito solo negli USA dove ci si deve forzare di essere felici a tutti i costi dove la sofferenza è un tabù , ma non può avere seguito da noi, leggete OSHO a tal proposito

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Rosa,

      i nostri pensieri influenzano quelle che sono le nostre reazioni agli eventi. Il nostro modo di guardare al mondo e alla vita e il modo in cui scegliamo di comportarci.
      Se una persona ti ha ripetutamente ferito puoi scegliere di lasciarla andare o fare altre scelte. Non è nella tua zona di potere scegliere come l’altra persona si comporterà con te, ma è nel tuo controllo scegliere come reagire a quella situazione.

      Inoltre il pensiero positivo non nega la realtà, anzi. Uno degli insegnamenti di questa scienza è l’accettazione della realtà che non puoi cambiare. È importante essere in contatto con le proprie emozioni anche e soprattutto quando queste non sono facili da accettare.
      Poi sei tu a scegliere se rimanere nel dolore a tempo indeterminato o scegliere di continuare a vivere e trasformare il dolore in gratitudine, ricordo e amore per la vita.

      Sono d’accordo con te, Osho è un gran maestro in questo campo 🙂
      Un abbraccio di luce.

  8. nicola laghezza ha detto:

    condivido….ci vogliono decine di anni e nobili orizzonti di prospettiva….più che il sonno, il vero strumento di riprogrammazione e l’incontro con se stessi….grazie oltremodo per i messaggi…NAMASTE’

    1. Omnama Team ha detto:

      Condivido Nicola 🙂 Il sonno è uno dei mezzi per arrivare all’incontro con se stessi. Un abbraccio di luce

  9. alessandro ha detto:

    Sono da poco entrato nel pensiero positivo, ma posso già affermare che almeno in quei momenti di breve meditazione positiva si sta molto bene.il problema è riuscire in questo durante tutta la giornata che nel mio caso è frenetica e stressante .

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Alessandro, puoi ritagliarti brevi momenti durante la giornata, per esempio 10 minuti la sera prima di dormire e 10 minuti appena sveglio, per il tuo momento di meditazione. Questa semplice cosa ti permetterà di vivere la giornata in modo meno stressante 🙂
      Un abbraccio di luce

  10. Laura Gipponi ha detto:

    Pensare in positivo è la cosa migliore che possiamo fare in ogni momento della giornata. E’ il cibo buono per la nostra mente, quello che ci fa bene, che ci rende migliori verso noi stessi e verso gli altri. E’ la medicina che può curare ogni malanno. Grazie al pensiero positivo io vedo il mio bicchiere sempre mezzo pieno e grazie a questo vivo serena e so che ogni giorno contiene dei meravigliosi miracoli. Un abbraccio.

    1. Omnama Team ha detto:

      Un abbraccio Laura 🙂

  11. fiorenza ha detto:

    Pensare positivo rigenera le cellule che ci tengono in vita e cambia la vita in modo fantastico. E’ pero un esercizio faticoso duro

    1. Omnama Team ha detto:

      Sono d’accordo con te Fiorenza, è un esercizio duro ma la ricompensa è impagabile 🙂
      Grazie per averci scritto <3

  12. paola ha detto:

    Il pensiero positivo é un esercizio che deve essere fatto costantemente…anche se ci succedono cose che bloccano… quelle cose se le trasformiamo in medicina ci serviranno per essere felici..trasformare il veleno in medicina e la medicina é il pensiero positivo …notte meraviglioso universo!

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Paola!
      Grazie del tuo commento 🙂
      E’ vero, la costanza è importante quando si parla di pensiero positivo.

      Un abbraccio di Luce <3

  13. Raffaele ha detto:

    Sono anni che applico nella mia vita il Pensiero Positivo e vi assicuro che ha cambiato radicalmente la mia vita. Non si tratta di una teoria ma di una certezza.
    Non lasciatevi sconfiggere dalle circostanze. Invece, controllatele con la vostra mente. Potete se credete di potere.

    1. Omnama Team ha detto:

      Grazie del tuo commento Raffaele 🙂 Davvero Ispirante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana
© 2009-2021. All Rights Reserved.

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.
Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected].