Restart Metabolico
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Abbiamo vissuto un periodo in cui siamo spesso e volentieri rimasti chiusi in casa, in cui la cucina era l’unico divertimento e in cui l’attività fisica era limitatissima. Adesso, però, si ricomincia: è il momento giusto per un bel Restart Metabolico!

Anche il nostro metabolismo ne ha sofferto: è ora di Restart Metabolico.

Abbiamo dovuto cambiare radicalmente il nostro stile di vita, e di sicuro non in modo virtuoso! Abbiamo limitato forzatamente la nostra attività fisica, abbiamo trovato rifugio dalla tristezza e dalla monotonia nel cibo. Persino le nostre attività quotidiane si sono organizzate in modo tale da limitare la nostra attività fisica letteralmente al tragitto dal letto alla sedia dello studio.

Tutto questo si è tradotto in un malessere diffuso per molti di noi. Un malessere mentale, certo: siamo tutti provati da questa situazione e non vediamo l’ora di uscirne. Ma anche un malessere fisico, e non solo perché, probabilmente, abbiamo preso qualche chilo in questo periodo.

Quando sentiamo il termine “restart” pensiamo all’idea di ripartenza, alla spinta a superare questo periodo e ricominciare a vivere. Non solo la nostra mente e il nostro lavoro, però, hanno questa esigenza! Anche il nostro corpo ha bisogno di una ripartenza, e in questo senso parliamo di restart metabolico!

Tutto è collegato!

Non è solo una frase fatta. Avere un’alimentazione scorretta, vivere periodi stressanti e limitare l’attività fisica non genera solo problemi di peso. La salute è un sistema complesso composto da tre elementi: biochimica, struttura e psiche. Tre elementi che devono restare in equilibrio.

Uno stile di vita simile rallenta il metabolismo, il che, a cascata, causa un indebolimento dei muscoli, delle ossa e delle articolazioni, oltre che un aumento della massa adiposa. Problemi digestivi, reflusso gastrico, stitichezza, sono solo alcuni dei problemi correlati a una combinazione fra cattiva alimentazione e stress.

Un profondo stato infiammatorio

La combinazione di questi elementi ci getta in un vortice discendente che non farà altro che peggiorare ulteriormente la qualità della nostra vita, a renderci ancora meno attivi, ad aumentare la nostra pigrizia e la nostra necessità di confortarci con il cibo.

Ma che cos’è il metabolismo?

Per spiegarlo, prendiamo in prestito le parole del dott. De Mari, farmacista ed esperto in fitoterapia e nutrigenomica, che di recente ha pubblicato per Longanesi il libro Restart Metabolico, 31 giorni per ritrovare la forma e tornare in salute

“Il metabolismo è tutto quello che ci consente di convertire il cibo che mangiamo in energia”

Da questa semplificatissima quanto efficace definizione parte il dottor De Mari, nella lunga riflessione che lo ha portato a elaborare il metodo del Restart Metabolico. Si tratta di un sistema alla portata di tutti per far ripartire il motore interno e tornare in salute e in forma.

Il Restart Metabolico comincia dalla depurazione

La prima fase dura appena tre giorni, e a parlarne in modo poco approfondito può spaventare un pochino, ma con le informazioni scientifiche contenute all’interno del libro del dott. De Mari ci si rassicura e ci si prepara ad affrontare la sfida.

Per poter affrontare il restart metabolico abbiamo bisogno prima di tutto di depurarci e rimettere, per così dire, alla casella di partenza il nostro organismo. Per questa ragione abbiamo bisogno di depurare e di pulire il nostro apparato digerente.

La prima fase del Restart Metabolico: tre giorni di dieta liquida.

Non si pensi, però, che per dieta liquida si intende solo acqua. Non si tratta di una dieta che ci lascia debilitati o affamati, tutt’altro! Gli alimenti devono essere bilanciati per ottenere tutti i micronutrienti necessari al nostro sostentamento, ma il processo digestivo sarà molto più semplice.

Le energie utilizzate normalmente per la digestione ritornano a disposizione del corpo e ci sentiremo più vitali. L’acqua tornerà nelle cellule perché non avrà più bisogno di convergere verso l’intestino, e l’organismo si reidraterà. Purificheremo l’intestino in vista del restart metabolico.

In questa fase bisogna mantenere un’attività fisica costante ma non impegnativa: una passeggiatina al giorno e qualche esercizio di rilassamento la sera sono più che sufficienti.

Conclusa la prima fase, il Restart Metabolico entra nel vivo!

La dieta liquida, la corretta alimentazione e l’esercizio fisico leggero mettono il nostro corpo in uno stato di rilassatezza e di benessere. L’organismo mette a disposizione del nostro metabolismo in fase di ripartenza quei tessuti adiposi che aveva accumulato come riserva energetica.

A questo punto possiamo ricominciare a mangiare cibi solidi, con una alimentazione regolare composta da tre pasti al giorno. Colazione, pranzo e cena, intervallati da due spuntini.

La qualità del cibo è importantissima, ovviamente. Troppo spesso, nella nostra vita di tutti i giorni, assumiamo quelle che si possono chiamare “calorie vuote”. Sono quei cibi che hanno un alto apporto calorico, ma uno scarsissimo contenuto di nutrienti essenziali come vitamine, sali minerali, antiossidanti.

Adottare una dieta sana è una scelta vitale.

E ad aiutarci nell’impresa arriva la fitoterapia, di cui il dott. De Mari è un vero esperto. Si tratta di un’integrazione di composti organici come fenoli, flavonoidi od oli essenziali di origine vegetale. Le tisane sono una ottima integrazione fitoterapica, di cui il libro Restart Metabolico dipinge un quadro funzionale e completo.

Contemporaneamente, dovremo aumentare gradualmente la nostra attività fisica, fino a giungere a workout specifici per le nostre esigenze particolari.

Infine, la gestione dello stress…

Una delle maggiori minacce per l’equilibrio del nostro metabolismo è proprio lo stress. Una vita frenetica, uno stato di inquietudine prolungato, una situazione di sospensione come quella che abbiamo sperimentato durante il lockdown. Tutti questi elementi possono sconvolgere i nostri bioritmi e portarci a scompensi metabolici.

In questo caso, alla dieta e all’esercizio fisico si possono accostare degli esercizi di respirazione. Attività di rilassamento costanti e adatte alle nostre esigenze ci aiutano a ritrovare la serenità e a lasciarci lo stress alle spalle.

Con questo articolo abbiamo dipinto solo un quadro generale di un metodo, quello del Restart Metabolico, molto articolato e che necessita di un super approfondimento!

Regalati il libro Restart Metabolico. 31 giorni per ritrovare la forma e tornare in salute del dott. De Mari: concediti un benessere che non sospettavi!

Restart Metabolico

Restart metabolico: 31 giorni per tornare in forma

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana
© 2009-2021. All Rights Reserved.

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.
Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected].