Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Se non ti piace qualcosa cambialo. Se non puoi cambiarlo, cambia il tuo atteggiamento. Non lamentarti.

-Maya Angelou

Ci sono momenti nella vita in cui ci sentiamo bloccati, a volte nemmeno sappiamo come siamo arrivati a quel punto, in quella situazione.

Sentiamo che la situazione ci è sfuggita di mano, vogliamo voltare pagina ma spesso ci ritroviamo a correre freneticamente  come criceti su una ruota  senza una meta.

Potrebbe essere un lavoro che non ci soddisfa più o la difficoltà nel trovarne uno, una relazione sentimentale ormai sterile o la paura di buttarsi in una nuova “senza garanzie”.

Potremmo avere difficoltà arrivare a fine mese, desiderare uno stile di vita più gratificante o realizzare un obiettivo che ci proponiamo da un po’ e non troviamo mai il tempo di cominciare.

Le domande che ci poniamo spesso sono“ Come sono arrivato qui?” ” Cosa ho fatto per meritarmi questo?” e ripetiamo a noi stessi che “È cosī che vanno le cose” e che del resto “Non possiamo avere tutto dalla vita”

È facile a questo punto cadere nel gioco delle colpe e recriminazioni.

Diamo la colpa a noi stessi perchè in fondo “non ne facciamo mai una giusta” e “succede sempre cosí/ io sono fatto cosí“.

Oppure incolpiamo la crisi, l’ambiente lavorativo, il partner che non soddisfa le nostre aspettative e bisogni, i pochi soldi e il poco tempo a disposizione.

È vero, spesso nella vita incontriamo problemi e sfide reali che non possiamo controllare e ci troviamo in situazioni che non possiamo modificare.

Immagina per un attimo di tornare a scuola, la professoressa ti fa una domanda e non sai rispondere. Ti blocchi.

Poi succede che la prof. riformula la domanda e improvvisamente la risposta corretta ti riaffiora alla mente, il blocco svanisce in un attimo e le parole iniziano a fluire in modo spontaneo e naturale senza che nemmeno doverci pensare.

Così accade anche nella vita.

La chiave per voltare pagina sta proprio nel porsi i giusti interrogativi.

Del resto per ottenere le giuste risposte è necessario porsi le giuste domande.

E non sarebbe forse più utile chiedersi :

  1. Come posso uscire da questa situazione?
  2. Cos’è in mio potere fare, qui ed ora?
  3. In quali altre prospettive posso vedere la situazione? E qual’è la migliore per me?

Ecco tre possibili risposte che, messe in pratica ti doneranno una rinnovata energia e motivazione e ti aiuteranno a riprendere in mano la tua vita.

1. Lascia Andare la Paura di Fallire

Thomas Edison fece migliaia di esperimenti sulla lampadina ad incandescenza.

Durante una conferenza stampa un giornalista gli chiese: “Mr. Edison, come si è sentito a fallire duemila volte nel fare una lampadina?

La risposta di Edison fu:

“Io non ho fallito 2000 volte nel fare una lampadina; semplicemente ho trovato 1999 modi su come non va fatta una lampadina!”

Quante volte hai ripetuto a te stesso ” È inutile provarci tanto non ci riuscirò mai” oppure ” Anche se lo faccio, so già come andrà a finire“?

Lascia andare questi pensieri.

Pensa a quella volta in cui hai osato e ce l’hai fatta. Può essere qualsiasi cosa.

Un esame,un colloquio di lavoro, una proposta a cui ti hanno risposto sì, un piatto ben cucinato,una relazione che ti ha portato gioia.

Come ti sei sentito?

Chiudi gli occhi e rivivi quel momento in ogni suo dettaglio, guardati dall’esterno, ascolta le emozioni che hai provato, senti la sensazione di determinazione e gioia pervaderti.  L’orgoglio di averci provato e di esserci riuscito.

Il modo per riprendere in mano la situazione é fare ciò che ti fa paura, e farlo ora.

Buttati.

Se il piano A non funzionerà ricordati che l’alfabeto ha ventun lettere e puoi sempre preparare un piano B.

Osa.

Se fosse proprio quello il modo giusto per inventare la tua lampadina?

2. Riappropriati della Tua Respons-Abilità

Sono un artista della vita.. la mia vita è l’opera d’arte. Suzuki

Chi sceglie i tuoi pensieri e le emozioni che provi? Chi decide cosa dirai e in che modo agirai?

Qualsiasi situazione tu stia vivendo, sei totalmente padrone di scegliere la prospettiva in cui guardarla.

D’altronde siamo noi a dare un nome alla nostre emozioni e le nostre emozioni non sono altro che energia.

Tocca a noi scegliere se lasciarci sopraffare da esse o imparare ad utilizzarle in modo positivo, imparando a gestirle e a canalizzarle verso ciò che desideriamo.

Se pensi di non farcela, proverai  paura e si lascerai possedere da questa emozione probabilmente non riuscirai a dire né fare niente e finirai per bloccarti.

Se pensi di potercela fare, nonostante la paura, sentirai l’emozione della fiducia crescere in te, le tue parole saranno dense di incoraggiamento e le azioni che ne seguiranno saranno intenzionali e ben focalizzate verso l’obiettivo.

Riappropriarti della tua responsabilità significa riacquistare la l’abilità di rispondere ad ogni evento della tua vita, attraverso i pensieri con cui scegli di popolare la tua mente, le emozioni che ti spingono a fare il salto, le parole che usi per comunicare con te stesso e con gli altri e infine le azioni finalizzate al tuo scopo.

E come capire quali sono i pensieri, le emozioni e le prospettive giuste per te?

3. Ascolta le Tue Sensazioni

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono

A.Einstein

Il tuo corpo conosce già la risposta.

Ascoltalo.

Spesso siamo abituati ad usare prevalentemente la nostra parte razionale che, certo è fondamentale nella vita di tutti i giorni, ma non sufficiente per fare il salto e vivere appieno la nostra vita.

Per riprendere in mano la tua vita è necessario che tu scelga di entrare in contatto con la parte più autentica di te stesso.

Siediti comodo, chiudi gli occhi e respira profondamente.

Senti le sensazioni che il tuo corpo ti sta comunicando.

Lascia che la mente vaghi e ascolta il tuo respiro. Lascia che il tuo corpo si rilassi mentre attimo dopo attimo la tua mente si quieta.

Connettiti con il tuo intuito profondo.

Dentro te stesso c’è già la risposta giusta.

Devi solo scegliere di ascoltarla e di ascoltarti e avere il coraggio di seguirla.

In cosa ti senti bloccato? Condivi con noi le risposte che vuoi dare a queste tre domande.

Come posso uscire da questa situazione? Cos’è in mio potere fare, qui ed ora? In quali altre prospettive posso vedere la situazione? E qual’è la migliore per me?

Potrebbero essere ottimi spunti per aiutare a sbloccare anche la situazione di qualcun altro 🙂

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

2 thoughts on “1-2-3: Sblocca la Tua Vita in Un Attimo

  1. Roberta ha detto:

    Io sono rimasta bloccata dalla voglia di non essere in grado a fare piu nulla..rivoglio ritornare a e sbloccarmi da questa paura che mi persuade a non essere in grado a fare nulla dentro casa mia..

    1. Omnama Team ha detto:

      Grazie Roberta! Ce la farai 🙏❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana
© 2009-2021. All Rights Reserved.

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.
Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected].