come combattere l'ansia
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Oggi parliamo di come combattere l’ansia e di 3 pratici step che ti aiutano a raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato.

Cominciamo dall’inizio: cos’è l’Ansia?

L’ansia è uno stato emotivo associato ad uno stato di allerta e di paura nei confronti di qualche evento che si deve ancora verificare e che, probabilmente, non si verificherà mai.

Quando sei in ansia la tua mente percepisce solamente l’elemento per il quale sei in stato di allerta. Perché viviamo continuamente in uno stato di allerta?

La mente ti vuole far vivere continuamente in stato di allerta per tutelarti da fregature o delusioni che probabilmente hai ricevuto nel passato.

L’ansia” è comunque indispensabile per l’uomo. Non avessimo l’ansia saremmo tutti degli sprovveduti. Guardare in faccia le nostre paure ci permette di scegliere per che cosa vale la pena combattere ogni giorno.

“La paura indica sempre la strada più veloce per raggiungere il tuo obiettivo”

In fondo, si tratta di una scelta vera e propria. Ma non si sceglie di non avere l’ansia, si sceglie di affrontarla. Che è molto diverso.

Ed è in questo modo che gli Imprenditori di Successo combattono l’ansia…. Scegliendo di affrontare ogni giorno le paure e le ansie.

La differenza fra chi si  ferma di fronte l’ansia e chi l’affronta efficacemente sta in 2+1 semplici step:

#1. Stabilisci il tuo obiettivo

La prima cosa che devi fare è stabilire quale sia l’obiettivo che ti spaventa tanto.

Questo è uno dei punti più delicati, perché spesso è proprio l’errata definizione del tuo obiettivo a non permetterti di raggiungerlo.

Definisci il tuo obiettivo in 5 lettere

Segui la regola “SMART”, acronimo descritto da Peter Drucker nel suo libro “The practice of management” del 1954 per determinare le caratteristiche di un obiettivo:

S: Specifico

Deve essere specifico. Non essere vago quando formuli il tuo obiettivo, ma esprimilo in maniera chiara. Ad 
esempio non dire “voglio guadagnare di più” ma “voglio guadagnare 1000 euro in più”

M: Misurabile

Devi riuscire a “misurare” quando effettivamente riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo. 
Puoi contare, calcolare, accorgerti, attraverso dei numeri, quando avrai raggiunto il tuo obiettivo?

Nell’esempio di prima: quando avrai guadagnato 1000 euro in più, avrai raggiunto il tuo obiettivo. Rendi ogni tuo obiettivo misurabile.

A: Accessibile

L’obiettivo che ti stai prefissando deve essere raggiungibile sulla base delle risorse che hai a disposizione. Rifletti sulle risorse e sugli strumenti che hai a disposizione.

Nel tuo lavoro, se il tuo obiettivo è guadagnare 1000 euro in più, rifletti sulla possibilità di delegare lavori che non sai fare, o che ti distoglierebbero dai compiti più produttivi.

Se stai pensando di non essere in possesso delle risorse necessarie, ti sarà sufficiente dividere in più step questo obiettivo per poter, disporre delle risorse che non hai ancora a disposizione.

R: Realistico

Per partire motivato, il tuo obiettivo deve essere realistico.
 Deve essere qualcosa che, attraverso le tue competenze, risorse, strumenti, tu riuscirai a portare a termine.

Chiediti: se non avessi l’ansia, riuscirei a realizzare tutti i compiti necessari per raggiungere il mio obiettivo?

Attenzione: non pensare mai di non avere tempo. Il tempo per raggiungere il tuo obiettivo, se è davvero un obiettivo che vuoi realizzare, lo troverai.

T: Temporale

Decidi il periodo di tempo entro il quale raggiungerai il tuo obiettivo.

“La differenza tra un sogno e un obiettivo è semplicemente una data”

Pensare di poter disporre dell’eternità è utopia. Datti una scadenza, e vedrai come, la tua ansia diventerà… una spinta, verso la direzione del tuo obiettivo.

#2. Uno per volta

Qualsiasi obiettivo tu stabilisca prevede una serie di compiti da svolgere o azioni da portare a termine. Invece che limitarti a pensare a ciò che ti aspetta, scrivilo su un foglio.

Crea un elenco puntato di compiti che dovrai portare a termine per poter raggiungere il tuo obiettivo e assegna loro un numero. In questo modo avrai assegnato un ordine ad ognuno dei compiti che ti sei prefissato di portare a termine.

Una volta fatto questo, non guardare il foglio per intero.
 Strappa ogni singolo compito che ti sei assegnato e prendi un calendario.

Assegna ad ogni giorno un compito, partendo da OGGI.

In questo modo avrai formulato non solo un obiettivo, ma dei micro obiettivi da portare a termine ogni giorno.

Il tuo obiettivo non potrà più spaventarti, perché il è diventato un piano specifico di azione.

Uno dei motivi per cui l’ansia ci assale è proprio non avere in chiaro quello che bisogna fare per arrivare da A a B. 
Una volta che l’avrai stabilito, diviso in più parti, farà meno paura.

Dovrai chiederti solamente: “Cosa devo fare oggi?”

Procedere per step è il segreto che ogni imprenditore di successo utilizza per portare a termine ogni impegno.

A questo punto voglio dare un consiglio alle donne. Questo è il +1 che dedico a te, donna imprenditrice che vuoi raggiungere i tuoi obiettivi.

# +1 Pensa come un uomo

Un giorno ho fatto una scoperta sensazionale: gli uomini non pensano tanto quanto noi donne.

L’avevi mai scoperto? 😉 Ecco, se vuoi combattere l’ansia e raggiungere i tuoi obiettivi, ti voglio dare questo consiglio spassionato. Pensa come un uomo.

Un uomo per arrivare a B pensa alla strada che gli permetterà di arrivare da A a B. 
Una donna, invece, pensa a tutto il resto dell’alfabeto. Fa parte di noi, ed è ciò che ci rende così uniche e speciali.

Quando guardi a quel calendario, prova a respirare profondamente almeno 3 volte, e poi leggi cosa ti sei prefissata per quella giornata. Non pensare al giorno o al mese successivo: pensa a oggi.

Non spaventarti se vedi davanti a te una scala troppo alta da scalare… pensa a tutto quello che hai già fatto. Procedendo gradino per gradino, arriverai in cima a quella scala prima di quando credi.

“Se ascolti le tue paure, morirai senza mai sapere che grande persona avresti potuto essere”

Adesso è il tuo turno… Condividi nei commenti qui sotto le tue migliori strategie per combattere l’ansia 🙂

La splendida notizia è che abbiamo creato qualcosa di speciale per te…. Una traccia gratuita che ti aiuta a combattere l’ansia 🙂

Ascoltala e lascia dissolvere l’Ansia in un baleno 🙂

2 thoughts on “Come Combattere l’Ansia in 3 Passi

  1. Serena ha detto:

    Salve a tutti! Mi presento.. sono una ragazza di 18 anni. Da due settimane a questa parte mi accorsi di avere il fiato corto, di dover introdurre più aria possibile perchè mi sentivo come soffocare come se qualcuno mi si appoggiasse su di me senza farmi respirare, e avvolte mi capitava durante la giornata di dover sbadigliare ma non per sonno ma per il solo che fatto che dovevo mandare più aria possibile ai polmoni. Proprio ieri sono andata al pronto soccorso, non respiravo, e mi sentivo mancare sempre di più e le palpitazione che aumentavano. Mi dissero che era ansia, nulla di preoccupante. Ora so cos’è il problema ma ogni mese si presenta, e prima di addormentarmi mi capita di pensare che la mattina successiva non mi svegli o dolori intercostali molto forti che si spostano da destra a sinistra. Ho il mio ragazzo distante circa 100km da me, in cui lo vedo solo una volta a settimana, se lui fosse piu presente fisicamente so che assieme a lui potrei risolvere questo problema. Avendo anche problemi molto personali e famigliari che in qualche modo gravano su di me, sento come se non valessi nulla.. ma allo stesso tempo non riesco a fare nulla perche non ho forza mentale, e mi servirebbe tanta spronazione. ma le mie paure le voglio sconfiggere dasola. Sareste in grado di darmi dei consigli?

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Serena 🙂 ci sono diverse cose che puoi fare: una è quella di prestare attenzione a quei momenti in cui l’ansia aumenta. In quei momenti pratica alcune tecniche di respiro. Per esempio respira profondamente per alcuni secondi. Trattieni l’aria nei polmoni per qualche secondo e poi espira sempre per qualche secondo. Ripeti quindi per alcuni minuti, fino che non provi un senso di maggiore calma. Fidati, un ottima tecnica di respiro è una delle cose più benefiche in assoluto 🙂
      Ovviamente ci sono altre cose che aiutano, fra cui un buon sonno, meditazione praticata costantemente, e praticare attività fisica aerobica (questa ti aiuterà anche nel respiro) 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana
© 2009-2021. All Rights Reserved.

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.
Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected].