Omnama Logo

Come Smettere di Procrastinare: il Segreto per Non Rimandare a Domani.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

“Non fare oggi quello che puoi rimandare a domani!”. Lo abbiamo sentito tutti questo proverbio, no? In realtà si tratta di una battuta, il rovesciamento di un aforisma di Benjamin Franklin, ma purtroppo per molti di noi è una realtà quotidiana! Rimandare è una costante, e capire come smettere di procrastinare è, per molti, ancora fantascienza!

Eppure non è poi così complicato se ci poniamo le giuste domande. Per prima cosa, infatti, occorre chiedersi cosa ci fa rimandare, perché tendiamo a farlo, e come possiamo evitarlo!

Il segreto per capire come smettere di procrastinare è tutto lì, e allora approfittiamone! Ecco cinque domande e cinque risposte strategiche per capire come smettere di procrastinare!

1 – Come capisco se è procrastinazione o solo cattiva organizzazione?

Andiamo oltre il significato di procrastinare: il fatto è che procrastinazione e cattiva organizzazione vanno a braccetto!

Alle volte, però, procrastinare è indice di qualcosa che non sta andando come dovrebbe: è dunque importante arrivare a capire per quale ragione stai procrastinando. Può essere una scarsa convinzione riguardo a quello che stai facendo, l’indicazione che hai raggiunto un livello di stress troppo elevato, oppure, ed è vero, l’espressione di una scarsa organizzazione!

Detto questo, va anche considerato che la vita non è una linea retta ma un sentiero tortuoso in mezzo alla giungla. Quello che ha funzionato fino a ieri non necessariamente funzionerà domani, ed è molto difficile capire come adattarci al cambiamento. Se continuiamo per un certo periodo ad agire nello stesso modo, ecco che ci troviamo disorganizzati!

Un modo, però, per evitare la disorganizzazione è tenersi sempre degli spazi di tempo che possiamo chiamare “Jolly”. I Jolly si inseriscono direttamente in agenda: inserisci nel tuo organizer degli spazi di tempo in cui non metti nulla.

Nello spazio Jolly sarai tu a inserire, di volta in volta, tutti quei lavori piccoli e grandi che non sei riuscito a fare negli altri momenti.

Questo ti è utile per due ragioni: la prima è che, così, non accumuli lavoro in sospeso. La seconda è che, sulla base di quanto lavoro si accumula per i tuoi momenti Jolly, potrai capire quanto sei disorganizzato, in pratica, nella tua attività quotidiana.

E se ti trovi a non aver niente da fare nei tuoi momenti Jolly… tanto meglio: goditi un po’ di relax!

2 – Come posso creare nuove abitudini che ci aiutino a non procrastinare?

Le abitudini sono schemi ripetitivi, per questo è così difficile correggerle. Sono dinamiche mentali e comportamentali normalissime, che fanno parte della vita di tutti.

Il problema, però, è che tendiamo automaticamente ad associare le nostre abitudini alla nostra personalità, o meglio a “come siamo fatti”. In un gioco di domino, anche le abitudini che ci impongono di procrastinare cominciano a far parte di noi indissolubilmente, quasi fossero un braccio o una gamba, una parte del nostro corpo con cui siamo nati e da cui non possiamo separarci!

Beh, nulla di più sbagliato! Non esiste un “modo in cui siamo fatti”: possiamo cambiare, possiamo migliorare, possiamo abbandonare le vecchie abitudini e crearcene delle nuove, che ci aiutino a migliorare!

Detto questo, evidentemente quel che ti porta a procrastinare è una se non una serie di cattive abitudini su cui devi intervenire. Comincia quindi dal principio: individuale!

Guarda la tua organizzazione dall’alto, con distacco, cercando di costruire una visione complessiva di com’è organizzato il tuo lavoro. Raggruppi compiti simili oppure li inserisci alla rinfusa all’interno di attività diverse? Hai orari definiti per la tua attività lavorativa? Riesci a concentrarti a dovere o ci sono cento fonti di distrazione?

Capire dov’è la cattiva abitudine che da origine al problema è il primo passo per capire come smettere di procrastinare!

3 – Spesso procrastiniamo attività che detestiamo: come possiamo migliorare il nostro rapporto con esse?

Per esempio sul lavoro, no? Quante volte ci troviamo ad avere a che fare con cose non esattamente appassionanti durante il nostro lavoro?

Compiti noiosi, o che non sono affini alle nostre capacità e alle nostre inclinazioni. Spesso tendiamo a procrastinare le attività che non riteniamo importanti o che non ci appassionano.

Il segreto è di razionalizzare e focalizzarci sul significato di quello che stiamo facendo, sull’utilità minuta dell’attività che stiamo facendo. Quel che non ci fa piacere fare, in realtà, può farci capire quali sono gli obiettivi che abbiamo raggiunto, quanto ancora abbiamo da migliorare e soprattutto in che campo.

Ci possono dare una mano, insomma, a tirare le somme della nostra attività, o anche, banalmente, essere qualcosa che ci permette di portare avanti materialmente il nostro mestiere!

Un esempio lampante sono le fatture. Nessuno ama fare le fatture: sono un compito noioso e compilativo, un’attività di data entry. Però fare le fatture, oltre che permetterci di incassare, ci dà anche tutta una serie di informazioni che ci fanno capire come stia andando davvero la nostra attività. Branche da tagliare o da implementare, bilanci costi-benefici e così via!

Insomma, decisamente un’attività da non procrastinare!

4 – A volte procrastino persino le cose che ritengo importanti: come faccio ad evitarlo?

Il problema è che le cose che riteniamo importanti spesso e volentieri ci appassionano così tanto che non riusciamo a darci una misura nella loro pianificazione.

Piccolo esempio banale: la forma fisica e, di conseguenza, l’allenamento. Ti è mai capitato di dire a te stesso “Basta, da domani, un’ora di corsa al giorno e mezz’ora di palestra”?

Se ti è capitato, sai che non funziona mai: troppo carico, troppo impegno! La vita che facciamo spesso non ci consente nemmeno di ritagliare il tempo, non parliamo neanche della tenuta psicologica di un impegno così gravoso!

Per quanto riguarda il lavoro non è poi molto diverso. Supponi di dover seguire una serie di video nell’ambito di un progetto di formazione che hai in programma, con ogni video che dura un’ora. È una cosa importante e arricchente, quindi magari parti con le migliori intenzioni e preventivi di divorare un video al giorno.

Poi, però, le circostanze, la stanchezza, una giornata infernale, un’altra di trasferta e salti uno, due, tre o quattro giorni… e recuperare ti sembrerà impossibile!

Imparare come smettere di procrastinare significa darsi obiettivi realistici.

Darsi obiettivi realistici è fondamentale per arrivare al nostro obiettivo, ed è altrettanto essenziale riuscire a scomporre il proprio lavoro in piccole frazioni. Tornando all’esempio delle fatture, se ne devi fare dieci non pensare di farle tutte in una giornata: parti facendone una al giorno, e poi aggiusta il tiro sulla base di quello che riesci oggettivamente a fare!

5 – Come posso trovare la forza di fare qualcosa che mi spaventa ma che voglio fare?

Quanti di noi si sono ritrovati in una condizione simile?

Evitare queste sfide, soprattutto sul posto di lavoro, non è in discussione: non solo spesso e volentieri sono cose che dobbiamo fare per forza, ma sono proprio le sfide che ci fanno più paura a farci crescere davvero!

Siamo consapevoli di questo, e allora nella nostra testa preventiviamo di superarlo, quell’ostacolo… solo, magari, non ora!

Ma è ora di dirci “basta procrastinare“!

Di solito a bloccarci sono 3 categorie di paure. C’è la pura di perdere qualcosa, come la faccia, la nostra reputazione, tempo…

Poi c’è la paura che sia troppo difficile, e il sospetto che potremmo fermarci a metà dell’opera.

Infine c’è la paura che tutto fallisca, che il nostro tentativo si trasformi in un disastro.

Come si risponde a queste paure?

Prima di tutto torna all’inizio, a quello che sai di questa sfida: che ti farà crescere! Soprattutto se non hai alternative le sfide sono un’opportunità di imparare, di restare umili e di riportarci in una dimensione di apprendimento invece che di sicurezza.

Esci dalla tua zona di comfort, fai fatica, metti in pratica quello che sai con fantasia e inventiva (puntata con Roberta Liguori su come affrontare le sfide).

Quella famose tre paure sono solo delle storie, che ancora non si sono tradotte in realtà! Non puoi sapere se si avvereranno finché non ti ci troverai.

Se ti convincerai che potresti farcela ti si aprirà un mondo di possibilità, di associazioni e di creatività: niente stress si traduce in inventiva, nella capacità di trovare soluzioni che ti aiutino, infine, a superare la sfida!

Smettere di procrastinare è qualcosa che parte da dentro: e per riuscirci una volta per tutte arriva una nuova Masterclass gratuita!

Prenota il tuo posto da qui: è totalmente gratuita ma il valore che ci troverai non ha prezzo!

come cambiare una abitudine

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Shop editor picks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito web

Segui Omnama

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.

Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected]

Unisciti agli oltre 250.000 studenti della community Omnama e ricevi in regalo la Meditazione della Luce Dorata:

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.

Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected]

Copyright © 2009-2021 — Omanama — All rights reserved

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana