Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Eccoci alla terza ed ultima parte della piccola guida per aumentare la fiducia in te stesso, dopo la teoria, veniamo ai fatti!

Se vuoi rinfrescare la memoria qui trovi la prima parte della guida per far esplodere la fiducia in te stesso e qui trovi la seconda parte.

COME AUMENTARE LA FIDUCIA IN TE STESSO

“Quando crediamo in noi stessi possiamo sperimentare la curiosità, la felicità, la sorpresa e tutte quelle emozioni che ci rendono profondamente umani.”

E.E. Cummings.

Ok, tutto chiaro e molto interessante, ma quello che vuoi sapere è una cosa soltanto:

Come fare in pratica per aumentare la fiducia in sé stessi?

Per concludere, come promesso, ecco 10 passi pratici per diventare una persona sicura di te:

10 Passi per Far Crescere la Fiducia in Te Stesso

1. Scopri le tue qualità

Ti senti privo di qualità particolari? Non c’è nulla in cui ti senti davvero bravo?

Sai che ti dico?

E’ impossibile perché ognuno di noi possiede specifiche qualità e talenti, il problema è che non sempre tutti riescono a scoprirli e metterli a frutto.

Il segreto è riuscire a scoprire quali sono le tua qualità e valorizzarle al meglio.

Ecco cosa puoi fare:

  • fai una lista di tutti i tuoi pregi e difetti e prendi in considerazione tutte le sfere della tua vita: il tuo aspetto fisico, il rapporto con i tuoi amici o familiari, il tuo atteggiamento al lavoro, lo sport e gli hobby…rileggendo la lista vedrai che qualcosa di buone c’è anche in te.
  • chiedi alle persone che ti sono care, amici o familiari, quali sono secondo loro le tue qualità; chi ti vuole bene e ti osserva dall’esterno, può fornirti dei punti di vista che tu non hai nemmeno mai preso in considerazione.

Non vergognarti, alza il telefono, chiama un caro amico è chiedigli: “Hey, secondo te quali sono le mie qualità?”

2. Affronta il passato

Spesso la mancanza di fiducia in sé stessi è causata da critiche negative ricevute  durante l’infanzia o l’adolescenza, importanti fasi del processo di crescita.

Purtroppo a volte, proprio le persone che ci amavano di più come i nostri genitori, possono aver commesso degli errori, naturalmente senza volerlo.

Magari a fin di bene, ci hanno rimproverato spesso oppure non sono stati in grado di darci quegli appoggi psicologici amorevoli e positivi che sono necessari come l’aria che si respira, per sviluppare una sana fiducia in sé stessi.

Forse non sei cresciuto in un ambiente stimolante e rassicurante, indispensabile per la piena fioritura di quell’essere unico e speciale che sei.

Non darti per spacciato!

E’ vero, a volte certi bagagli interiori sono davvero pesanti e ti bloccano nel cammino per raggiungere quell’atteggiamento mentale positivo che può darti una buona dose di fiducia in te stesso e che ti consente di rimanere sereno ed equilibrato dinnanzi a qualsiasi situazione.

Ma c’è qualcosa che puoi fare: devi intraprendere il tuo personale processo di guarigione, devi sanare quelle ferite ancora aperte.

Torna indietro con la tua mente, torna a vivere quei momenti che in cui ti sei sentito ferito, criticato, offeso; rivivi quei momenti con gli occhi di un adulto, perdona chi ti ha ferito, lascia andare il passato, per sempre.

Ciò che devi fare è prendere le tue certezze e le tue convinzioni riguardo il tuo senso di inferiorità, risalire alle loro origini, “smontarle” una ad una ed analizzarle nel dettaglio.

Questo ti aiuterà a prendere consapevolezza del perché ti comporti in un determinato modo.

In un secondo tempo poi, devi rimettere insieme tutti i “componenti” per realizzare una nuova versione di te stesso, adulta, consapevole delle proprie capacità ma anche dei propri limiti, serena, con le vecchie ferite ormai rimarginate.

Questa pratica è davvero terapeutica e ti aiuterà a voltare pagina una volta per tutte,  guarire la maggior parte delle tue ferite e insicurezze. Lascia andare il vecchio e consenti a freschi e nuovi pensieri positivi di entrare nella tua mente.

Come dice Louise L. Hay, madre del pensiero positivo:

“Tu hai il potere di guarire la tua vita”.

3. Liberati dal giudizio altrui

“Chissà cosa penseranno di me!”, ” Chissà che impressione trasmetto agli altri!”…

Frasi o pensieri di questo tipo sono all’ordine del giorno per chi ha scarsa fiducia in sé stesso.

Sì, perché quando non sei sicuro di te, ti senti costantemente, osservato, giudicato, esaminato da tutti, ti senti continuamente sotto una lente di ingrandimento, e tutto il mondo sta lì a cercare i tuoi difetti e ogni piccola imperfezione.

Di conseguenza cerchi sempre di assecondare gli altri per placare quell’ansia di compiacere. Voglio dirti una cosa che forse ti stupirà… gli altri non sono poi così interessati a quello che fai!

Hanno le loro vite, i loro problemi e le loro preoccupazioni; non hanno né tempo né voglia di controllare cosa fai tu o come lo fai!

Certo ci sono delle eccezioni, spesso riconducibili però ad una ben precisa categoria: le suocere, che però lo fanno spesso solo a fin di bene!

E se c’è qualcun’altro, a parte tua suocera, che ti tiene gli occhi puntati addosso, forse semplicemente gli piaci :), ci avevi mai pensato!

Inoltre devi metterti in testa che non puoi piacere a tutti, é praticamente impossibile. Le critiche sono la cosa più normale al mondo, devi vederle come una spinta per crescere e riconoscere quelle sincere e costruttive da quelle fatte con cattiveria.

Per liberarti dalla paura del giudizio degli altri non devi aver paura di esporti, l’importante è che tu non sia mai troppo aggressivo, e concediti il lusso di sbagliare, ridici sopra e riparti e sopratutto ricorda:

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tu consenso. “

Eleanor Roosevelt

Se desideri un aiuto in più per superare la paura del giudizio degli altri non perderti questo post.

4.Prenditi cura del tuo aspetto esteriore

Certo, l’essenza è sempre più importante dell’apparenza, ma avere un occhio di riguardo verso il nostro aspetto, indossare qualcosa che ci piace e tenerci informa, è molto importante per creare un’immagine positiva di noi stessi.

Quando ti senti giù, non ti piaci e ti senti decisamente fuori forma, ti assicuro che un po’ di movimento, una bella doccia ed il tuo vestito preferito, possono fare miracoli.

Non solo ti sentirai meglio, ma inizierai a creare una nuova immagine mentale di te stesso, e ti sentirai sempre meglio.

Sì, perché il 90 % della tua fiducia nei confronti di te stesso è legato all’immagine di te che tu stesso proietti nella tua mente.

Molto spesso questa immagine non è reale, ma è deformata dalle tue convinzioni limitanti, che ti portano a dare maggior peso ai tuoi difetti piuttosto che ai tuoi pregi.

L’immagine che hai di te stesso, può cambiare, non è mica scolpita nella pietra!

Allora modificala come se potessi usare photoshop!

Non stai mentendo a te stesso, stai migliorando l’immagine mentale che hai di te stesso, e quando sarà ben definita, non ti resta altro che proiettarla nella realtà.

5. Più fiducia in se stessi “a schiena dritta”

Sono ormai lontani i tempi in cui si costringevano le ragazze a camminare con un libro in testa per non incurvare la schiena…

Ma non è proprio un bene, perché un recente studio condotto dall’Ohio State University  e pubblicato nel European Journal of Social Psychology, ha scoperto che una postura corretta aumenta l’autostima e giova a tutta la salute dell’organismo, sia per gli uomini che per le donne.

In poche parole, assumere la classica postura ” schiena dritta e petto in fuori” conferisce maggiore fiducia in se stessi e di conseguenza più controllo e migliori capacità intellettive.

Quindi la postura che assumi, influisce non solo sulla spina dorsale e sulla scogliosi, ma anche sulla fiducia in te stesso. Quello che puoi fare è concentrarti più volte al giorno sulla posizioni che assumi, se ti accorgi di essere scomposto, curvo o rannicchiato, apri il petto e raddrizza la schiena, facendone con il tempo un’abitudine.

A farne le spese, altrimenti, non sarà solo la salute, ma anche la vita sociale e lavorativa.

6. Impara a definire i tuoi obiettivi

Ultimamente hai l’impressione che non riesci a centrare i tuoi obiettivi? Vai incontro solo a continui fallimenti?

Che cosa ti viene in mente se cerchi di capirne il motivo? La sfortuna? Il fatto che non sei stato abbastanza disciplinato e costante? Gli ostacoli che non avevi previsto?

Spesso il motivo per cui non riusciamo a centrare i nostri obiettivi e perché non li definiamo con esattezza, o semplicemente scegliamo obiettivi sbagliati.

Non fare mai le cose per fare, definisci bene i tuoi obiettivi prima di metterti al lavoro, e se uno di essi non ti convince, abbandonalo e cambia strada…obiettivi migliori conducono a risultati migliori e di conseguenza ad una maggiore fiducia in sé stessi…obiettivo centrato!

P.S. Se vuoi aumentare la fiducia in te stesso cancellando la paura di non farcela questo post fa al caso tuo.

7. Scrivi in un diario i tuoi successi

Perché diavolo ricordiamo benissimo ogni fallimento e dimentichiamo con tanta felicità ogni successo?

Bè, succede a tutti, allora ti propongo un trucchetto per aggirare questo scherzetto della mente: tieni un diario personale in cui scrivi tutti i tuoi successi, grandi e piccoli, scrivi solo quelli però, gli insuccessi sono già perfettamente scalfiti nella tua mente!

Raccogliere quotidianamente le tue esperienze positive può aiutarti ad avere un’immagine più oggettiva dei risultati che hai raggiunto, una  spinta fondamentale per aumentare la fiducia in te stesso.

8. Completa un’attività

Ricordi che abbiamo detto che l’autostima ha a che fare con l’essere e la fiducia in sé stessi con il fare?

Ecco, il primo ingrediente per ritrovare la fiducia in noi stessi è l’azione. Devi fare, devi agire, smettere di rimandare!

E’ da troppo che rimandi qualcosa…riprendila subito in mano, adesso, oggi stesso, e falla! Smettila di procrastinare per ritrovare la fiducia in te stesso.

9. Preparati

C’è solo un modo per fare bene una cosa: studiare, esercitarsi, provare e riprovare…La tua mancanza di fiducia in te stesso è dovuta al fatto che non ti senti abbastanza bravo e preparato?

Indovina cosa devi fare?! Preparati, nient’altro. Maggiore è la tua preparazione, maggiore è la fiducia nelle tue capacità.

Ricorda:

“Tutte le cose sono difficili prima di diventare facili.”  John Norley

10. Fallisci più spesso

Il fallimento fa parte del gioco, non può essere un tabù… come il successo, è solo un’esperienza, niente di più.

Non fai qualcosa perché hai paura che le cose potrebbero andare male?

Semplicemente accetta questa ipotesi e fai sempre e comunque del tuo meglio, comunque vada avrai imparato qualcosa di nuovo! Sperimenta, sbaglia, fallisci, ma non farti mai bloccare dalla paura di fallire, perché come dice Paulo Coelho:

“soltanto una cosa rende davvero impossibile un sogno: la paura di fallire.”

E ora tocca a te! Lascia un commento qui sotto e facci sapere come hai trovato questa piccola guida!

Sono davvero curiosa di sapere cosa ne pensi!

P.S. Ti ho già detto che alla Svolta School condividiamo le nostre riflessioni all’interno di una fantastica Tribù segreta?

Se non l’hai ancora scoperta questo è il momento giusto per farlo, la trovi qui.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

5 thoughts on “Fai esplodere la fiducia in te stesso – Terza Parte

  1. francesco ha detto:

    condivido….il problema vero,la parte difficile e’ come liberarsi dai condizionamenti del passato, per prendere in mano la propria vita e fare scelte consapevoli,”esserci” in ogni scelta che facciamo

    1. Omnama Team ha detto:

      Esattamente Francesco, la presenza e la consapevolezza sono arti da affinare ogni giorno, costantemente!

  2. lella ha detto:

    Grazie Silvia. Mi è piaciuto molto quello che hai scritto. Al di là di tutto ti sono particolarmente grata x aver spiegato la differenza tra autostima e stima di se stessi. Mi ha fatto riflettere molto…grazie! Un abbraccio. Lella

    1. Omnama Team ha detto:

      Ciao Lella! Mi fa davvero piacere che la guida ti sa stata utile! E’ una differenza sottile ma utile da comprendere fare un po’ di autoanalisi 🙂
      Anche io ti sono grata per avermi letto e per aver lasciato il tuo commento<3

      Silvia

  3. ROSALIA ha detto:

    molto bello e simpatico, tranne la frase dedicata alla suocera, io sono una suocera e molte volte si viene mal giudicate per un pregiudizio atavico…ma ricorda che anche una suocera ha un cuore di mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sprint Brand SLU, Plaza de los Hibiscus, 1, Edificio Águila Playa, local 3, 35100 San Agustín, Gran Canaria, Las Palmas, Espana
© 2009-2021. All Rights Reserved.

Disclaimer: Il visitatore/iscritto/membro o cliente accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’ascolto degli audio Omnama e/o dall’applicazione delle tecniche descritte in questo sito e/o suggerite dal nostro supporto al cliente. Non siamo medici, psicologi, psichiatri né ci dichiariamo tali. Se dovessi avere dei dubbi sugli effetti di Omnama ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia, o ad altri professionisti della salute, prima di qualsiasi utilizzo.
Il 24 maggio 2018 abbiamo aggiornato la Privacy Policy e i nostri Termini e Condizioni per rispettare le nuove normative sul trattamento dei dati personali, introdotte dal GDPR. L’uso delle nostre piattaforme, conformi alle vigenti normative, ti garantisce maggiore controllo e protezione dei tuoi dati. Per qualsiasi informazione sui tuoi dati, puoi scrivere a [email protected].